Cookie Policy Iniziano a Noale le misure restrittive da inquinamento da PM 10 – killer smog elimina PM10 PM2,5 e abbatte CO2

DETTAGLI DIMENTICATI?

campagna_caldaie_contro_inquinamento_a_noale

Iniziano a Noale le misure restrittive da inquinamento da PM 10

E’ stata adottata un’ordinanza più restrittiva, rispetto a quella dello scorso anno ma sopratutto rispetto a quanto richiesto al comune, che tra l’altro non rientra tra i paesi dell’agglomerato e non è neppure un comune sopra i 30 mila abitanti.

A seguito delle indicazioni del tavolo tecnico zonale quindi, l’amministrazione sta lavorando per attuare i provvedimenti dell’Accordo del bacino padano. .

Ecco che come di prassi ogni anno, entrano in vigore i provvedimenti per la limitazione della circolazione per alcuni veicoli …

“L’inquinamento atmosferico stà diventando un argomento rilevante”

… assieme ad altre disposizioni finalizzate alla riduzione delle emissioni inquinanti in atmosfera e al miglioramento della qualità dell’aria.

L’ordinanza approvata in giunta lo scorso ottobre ha come obiettivo quello di limitare gli sforamenti dei livelli di polveri sottili e resterà in vigore tutti i giorni fino al 31 marzo 2020 .

Resterà in vigore fino al 31 marzo 2020 l’ordinanza per evitare sforamenti delle polveri sottili

“È già il secondo anno che il nostro assessorato all’ambiente di Noale, sceglie di adottare un’ordinanza molto restrittiva rispetto a quanto definito dal Tavolo zonale della Città Metropolitana – dichia

Livello rosso a Noale??

Forse che ci si aspetta che a Noale l’allerta stia salendo a livello rosso, ovvero con 10 giorni consecutivi di superamento del valore limite consentito per il Pm10 (50 µg/m3)

Ma Noale rientra tra i comuni dell’agglomerato??

Anche perchè Noale non rientra tra i Comuni dell’agglomerato e dovrebbe applicare i divieti solo quando

Tuttavia la città di Noale ha deciso di applicare gli stessi livelli di allerta dei comuni della Città Metropolitana, prevedendo limitazioni anche per i livelli d’inquinamento verde e arancione, quest’ultimo attivato con almeno 4 giorni consecutivi di superamento del valore limite consentito per il Pm10” scarico.

ento.

Tra le alternative quella della fonte istituIonale è sicuramente il primo passo per verificare localmente : per i valori di PM10 e i PM2.5 – viene gestito dalle varie divisioni regionali dell’ARPA, grazie alle raccolta dei dati provenienti da moltissime stazioni di controllo sparse sul territorio,

Fonte grenn style Clicca qui

TORNA SU